Progetto Baco da Seta

Il baco da seta è un insetto che proviene dal sud-est asiatico, così come la sua pianta nutrice che è il Gelso.
Nell’antichità classica la seta viaggiava, insieme ad altre merci, dalla Cina fino ai paesi mediterranei lungo la famosa via della seta senza che i destinatari finali ne conoscessero l’origine.
- Anno 2014: Grazie al contributo del CSV di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola quest’anno riparte il progetto baco da seta sospeso causa l’evento sismico del 2012.

Un ringraziamento a:

Il Progetto

Il baco da seta è un insetto che proviene dal sud-est asiatico, così come la sua pianta nutrice che è il Gelso.
Nell’antichità classica la seta viaggiava, insieme ad altre merci, dalla Cina fino ai paesi mediterranei lungo la famosa via della seta senza che i destinatari finali ne conoscessero l’origine. Quando poi i saraceni intorno all’800 d.C. conquistarono la Sicilia, introdussero l’allevamento dei bachi da seta (bachicoltura), allora sconosciuta in Europa. In seguito, questa pratica si diffuse anche altrove (ed è ancora oggi utilizzata in diverse regioni italiane, specialmente del sud, come la Calabria) ma la Sicilia mantenne per diversi secoli una posizione avvantaggiata nella produzione di seta; questa attività contribuì notevolmente alla ricchezza dell’isola.
La coltura del baco da seta fu in uso fino alla seconda guerra mondiale dopo di che fu abbandonata. Sono diverse le testimonianze storiche su quanto fosse diffusa questa attività anche nei nostri territori della Pianura Padana come a Meldola e Reggio Emilia, i cui esempi verranno illustrati più avanti.

Gli obiettivi del progetto
Si vuole realizzare nell’Oasi di San Matteo a Medolla una struttura da dedicare esclusivamente al baco da seta per i seguenti scopi:

  • Divulgativo, conoscitivo: mostrando una tradizione (quella della bachicoltura) in uso nelle nostre campagne fino a non molto tempo fa; dando così occasione ai più anziani di ricordare antiche usanze e ai più giovani di venire a conoscenza di un’attività che si svolgeva nella nostra Pianura Padana.
  • Didattico: per le scuole, centri estivi e altri gruppi che ne facciano richiesta. La struttura consentirà a bambini e ragazzi di vedere e provare da vicino quello che è il ciclo biologico del baco da seta. Possono scoprire così come questo piccolo insetto necessiti di una pianta (il gelso) a cui è strettamente legato e come poi dalla larva (il bruco) possa poi originarsi una farfalla (più precisamente una falena).
Scarica il documento del progetto